Patto formativo

 

La Scuola propone una serie di punti il rispetto dei quali permetterà di giungere a risultati certi, sempre comunque proporzionati alle capacità soggettive di ogni singolo allievo.

 

1.     Obiettivo principale della Scuola è quello di avvicinare ogni singolo allievo allo studio dello strumento (o della voce) con coscienza e consapevolezza, mettendone in luce talenti e capacità, avviandolo e mantenendolo in un percorso di studio che consenta di ottenere risultati tangibili, finanche l'accesso ai Conservatori di Musica.

 

2.     le lezioni saranno tenute da docenti qualificati e selezionati;

 

3.     Premesso che il numero di lezioni assicurate è inteso qualora l’allievo inizi la frequenza dal primo giorno di apertura dei corsi, verranno garantite 32 lezioni annuali per la materia principale frequentata, per Pianoforte Complementare (lezioni della durata di 30’) ed Educazione dell’Orecchio. Il numero di lezioni di musica d’insieme, poiché è collegato a progetti specifici, è variabile;

 

4.     Verrà garantito il recupero delle lezioni non effettuate a causa dell’assenza dell’insegnante

 

5.     e la sostituzione del docente nel caso non sia possibile il recupero;

 

6.     Saranno istituiti Corsi complementari ordinari (a frequenza obbligatoria) per la corretta formazione didattico musicale dell’allievo, stages periodici (questi ultimi con frequenza non obbligatoria a tariffe separate dalle ordinarie, comunque sempre vantaggiose per i propri iscritti ordinari rispetto agli esterni.), in corso d’anno o nel periodo estivo.

 

7.     Saranno create opportunità di esibizioni in pubblico (su parere insindacabile dell’insegnante);

 

8.     Quando opportuno verranno realizzate collaborazioni con realtà culturali regionali ed extra regionali.

 

9.     In virtù della Convenzione stipulata con alcuni Conservatori, sarà possibile effettuare la preparazione ad esami da sostenere presso tali Conservatori Statali (qualora la normativa vigente lo consenta) ma solo su parere insindacabile dell’insegnante preparatore ed in particolare per ciò che riguarda  il periodo di preparazione e gli oggettivi obiettivi raggiunti dall’allievo.

 

10.   Gli insegnanti terranno un registro aggiornato con presenze ed assenze degli allievi nonché del profitto di ognuno.

 

 

L’iscrizione ai corsi della Scuola Com.le di Musica e la realizzazione degli obiettivi formativi, comportano l’accettazione di un percorso di studio senza l’attuazione del quale la Scuola Comunale di Musica non garantisce un’efficace formazione tecnico-musicale dell’allievo; l’Allievo maggiorenne, o il Genitore dell’allievo minorenne, sottoscriveranno, per presa visione, le seguenti indicazioni:

 

1.     L’iscrizione ai Corsi Principali e/o Complementari comporta obbligatoriamente il possesso dello strumento musicale di studio; l’acquisto o il noleggio sono di competenza esclusiva dell’allievo.

 

2.     La frequenza del Corso Principale e delle Materie Complementari è obbligatoria e deve necessariamente essere costante;

 

3.     La partecipazione alle attività didattico-musicali (su insindacabile giudizio dell’insegnante preparatore) che a fine esemplificativo vengono qui indicate come saggi, concerti e spettacoli in genere, è obbligatoria. La partecipazione sarà imprescindibile, con particolare riguardo per ciò che attiene alle manifestazioni di musica d’insieme che, a causa della loro natura collettiva, necessitano della collaborazione di tutti gli allievi, in particolare degli iscritti ai corsi di strumento non polifonico.

 

4.     L’assenza protratta ed ingiustificata dai corsi delle Materie Complementari e dalle attività didattico-musicali di cui al punto precedente non garantisce la corretta formazione curricolare dell’allievo e lo esclude automaticamente dalla vita musicale della Scuola.

 

5.     E’ possibile l’esonero da alcune materie complementari per seri e giustificati motivi, previo colloquio con il Direttore.

 

6.     Altrettanto fondamentale è l’assiduità dell’allievo nell’esercizio della tecnica appresa ricordandosi che non è sufficiente la lezione settimanale o bisettimanale tenuta dell’insegnante per giungere a risultati certi; occorre l’esercizio quotidiano che consenta l’acquisizione di automatismi ottenibili solo con la ripetizione costante degli esercizi assegnati dal docente.

 

 

Il sottoscritto si obbliga all’osservanza delle  seguenti norme desunte dal Disciplinare della Scuola di Musica approvato con Deliberazione di G.M. n. 273 del 15/09/2008 e successive integrazioni:

 

1.     Il pagamento delle rette dovrà essere puntuale, effettuato entro e non oltre la data del 15 di ogni mese in caso di Home Banking o secondo quanto indicato nel bollettino postale consegnato all’allievo. Il mancato pagamento di un mese comporterà un primo richiamo da parte dell’insegnante o della segreteria e l’automatica cessazione delle lezioni nel caso in cui il mancato pagamento si protragga per due mesi. L’Amministrazione Comunale si riserva la possibilità di procedere alla riscossione coatta delle rette dovute e non corrisposte.

2.     Le rette sono stabilite a periodo indipendentemente da quale sia la quota delle lezioni che ricade nel singolo mese.

 

3.     Dovrà essere cura dell’allievo o della famiglia dello stesso, avvisare, sempre e solo per iscritto, la segreteria della scuola delle assenze prolungate che comunque non costituiscono motivo di riduzione o esonero dalla retta se non comunicate entro il 10 del mese. Ugualmente, la rinuncia agli studi dovrà essere comunicata solo per iscritto  entro il 10 del mese pena il pagamento dell’intera mensilità. Le assenze saltuarie non costituiscono mai motivo di esonero dal pagamento. Dopo 4 assenze consecutive, qualora non sia stata data giustificazione della mancata frequenza,  l’allievo può essere allontanato dai corsi.

 

4.     Le assenze degli allievi potranno essere recuperate solo se concordate col Docente e solo qualora questi si renda disponibile, mentre le assenze del Docente dovranno essere recuperate obbligatoriamente.

 

5.     Il Docente, per la forma contrattuale che lo lega alla Scuola, ha facoltà di effettuare spostamenti di lezione.